trova post

1.08.2018

Novoli e Nuvole - Piccola rassegna di illustrazione e fumetto


Novoli e Nuvole, Piccola rassegna di illustrazione e fumetto a Novoli (LE) in occasione della festa del fuoco. Palazzo Baronale, 12/13 Gennaio 2018

In mostra con Giuseppe Apollonio, Gianle, Joe1, Maicol & Mirco, Giampiero Chionna, Valeria Puzzovio, Martoz, Stefano Palma, Alessandro Romita, Sdolz, Chiara Spinelli, Tommy Gun, Giorgia Prontera, Paola Rollo, Andrea Amaducci, Frank Lucignolo, Boris Colorblind, Grace Green, Adriano Imperiale, Francesco Arnesano, Purbacchia, Brizzo, Emanuela Rizzo.
▶▶


1.01.2018

Duemiladiecieotto

▶▶


12.23.2017

Santi quotidiani per Napoli Monitor

Per una settimana mi prendo cura di santi con superpoteri per Napoli MONiTOR.
Grazie a Diego Miedo per l'invito.
Trovate un anno di divini contributi al sito NAPOLI MONITOR


UN SANTO AL GIORNO #18 dicembre

San Malachia è l’ultimo dei profeti minori della Bibbia, che gli ebrei chiamano per questo “Sigillo dei profeti”. Poco o nulla si sa della sua vita. Era della tribù di Zabulon e nacque a Sofa; visse certamente dopo l’esilio babilonese (538 a.C.), durante la dominazione persiana, tuttavia non si può determinare con certezza se le sue profezie siano anteriori, contemporanee o posteriori al ritorno di Esdra in Palestina (sommo sacerdote ebreo, codificatore del giudaismo, V-IV secolo a.C.).  Nei libri dell’Antico Testamento di Esdra e di Neemia infatti non si parla di Malachia, per cui si potrebbe dedurre che egli sia vissuto dopo di loro, variando le ipotesi dal 519 al 425 a.C.
Il libro di Malachia tratta dei problemi [...]

Continua su Napoli Monitor


UN SANTO AL GIORNO #19 dicembre
Dario, Zosimo, Paolo e Secondo sono i nomi di quattro Santi martiri a Nicea (in Bitinia) nel IV secolo, commemorati nel Martirologio Romano il 19 dicembre. Questi nomi provengono dal Geronimiano, dove, però, come notano i Bollandisti nel Commento, “non parum complicati sunt”. Sempre nel Geronimiano al posto di Dario si legge Daria, il che ricondurrebbe alla martire venerata a Roma il 25 ottobre insieme con lo sposo Crisanto. Notizie sugli altri tre sono quasi del tutto ignote, fatta eccezione per Paolo o Paolillo e Secondo, di cui si colloca il martirio a Nicomedia.

Continua su Napoli Monitor
UN SANTO AL GIORNO #20 dicembre

Proveniente da un elenco del Martirologio Geronimiano, il nome di San Liberato martire fu inserito, anche qui al 20 dicembre, nel Martirologio Romano composto nel secolo XVI, dal grande storico cardinale Cesare Baronio. Nonostante in tutti i codici sia indicato con “in Oriente”, egli è invece un autentico martire di Roma: il suo nome era più propriamente Liberale, in latino Liberalis, tradotto poi erroneamente in Liberatis.
Egli era certamente sepolto nel cimitero di via Salaria Vecchia, dove riposavano anche i due martiri Giovanni e Festo; gli Itinerari del secolo VII, che riportavano le basiliche e catacombe con tombe di martiri per i pellegrini, citano San Liberato [...]

Continua su Napoli Monitor 
UN SANTO AL GIORNO #21 dicembre

Michea nacque nel villaggio agricolo di Moreset, a non molti chilometri da Gerusalemme. Il suo nome in ebraico era in realtà una domanda retorica, al tempo stesso professione di fede: “Chi è come il Signore?”. Visse al tempo del grande profeta Isaia, di cui forse fu anche discepolo.
L’iconografia relativa a Michea, come già accaduto per il profeta contadino Amos, presenta immagini rudi e vigorose, che colpiscono con sdegno lo sfruttamento e i soprusi verso la gente dei campi. Egli alzò la voce anche contro i falsi profeti, accomunandoli alle dominanti classi corrotte: “Sono avidi di campi e li usurpano, di case e se le prendono… Divorano la carne del mio popolo, gli strappano la pelle di dosso, ne rompono le ossa e lo fanno a pezzi come carne in una pentola, come lesso in una caldaia. [...] 

Continua su Napoli Monitor 

UN SANTO AL GIORNO #22 dicembre

Di lui sappiamo ben poco. Fu martire in Egitto, ucciso durante la persecuzione di Decio essendosi rifiutato di fronte a richiami e maltrattamenti di fare sacrifici agli idoli. Fu ucciso trafitto nelle viscere da un palo acuminato.

Continua su Napoli Monitor 

 UN SANTO AL GIORNO #23 dicembre

La menzione più antica della martire risale al Martirologio Geronimiano del VI secolo, in cui Vittoria è ricordata insieme a Santa Anatolia; entrambe compaiono nei mosaici della basilica di Sant’Apollinare Nuovo in Ravenna.
Vittoria, romana di nobile famiglia nata intorno al 230, da bambina ricevette il battesimo. A vent’anni venne chiesta in sposa dal nobile Eugenio. Sua cugina per parte di madre, Anatolia, di qualche anno più anziana, anch’essa chiesta in sposa da un patrizio, la convinse a divenire “vergine di Cristo”. Vittoria vendette i suoi gioielli e le vesti preziose, ne distribuì il ricavato ai poveri e rinunciò al matrimonio. Eugenio temeva di denunciarla come cristiana, perché in tal modo i beni della ragazza sarebbero stati confiscati. Così i due pretendenti, con il favore imperiale, segregarono le due giovani nelle loro tenute in Sabina
[...]

Continua su Napoli Monitor

UN SANTO AL GIORNO #24 dicembre

Sappiamo dai vangeli che Maria è moglie di Giuseppe e madre di Gesù. Ma soprattutto è una donna reale, immersa nella vita del suo popolo e delle sue tradizioni. Seguiva i suoi usi e costumi proprio come i suoi conterranei. La sua è una testimonianza di fede estrema ma noi siamo offuscati dai dogmi e non riusciamo a capire chi realmente era. [...]
▶▶


12.04.2017

GOMMA - VACANZA


Tra le varie sconcertanti realtà parallele ho avuto il piacere di fare la grafica per le magliette
per il nuovo EP dei GOMMA per V4V RECORDS

- ascolta l'EP su Spotify: http://spoti.fi/2zzSztK

La stampa alle sapieni mani di Vortice reclama la definizione di soprannaturale

▶▶


11.07.2017

RAMARRO ! Guerre Fredde

Ora posso prendere la macchina del tempo e andare a tirarmi in piena nuca la raccolta completa di Ramarro

Rotta di sbarco: istituto d'arte;
coordinate storiche: ormoni.


▶▶


11.01.2017

CARNE

Quantità di robe che troverete al Borda!Fest Ci saranno anche delle copie di CARNE a cura di Stefano Zattera, Dast e Daniela Perissinotto. Un volume suturato con dentro un botto di gente grondante acqua ossigenata.

questo invece è un ritratto ortopanoramico.

▶▶